Francesco Xaverio Geminiani

Tu sei qui

Francesco Xaverio Geminiani, figlio d'arte, è nato a Lucca nel 1687. venne avviato agli studi musicali dal padre Giuliano che era violinista della Cappella Palatina di Lucca.

 

Dal 1707 al 1710, ormai un virtuoso violinista suonava per la Cappella Palatina di Lucca.
Nel 1711 fu primo violino e direttore d'orchestra del teatro dell'Opera di Napoli e nel 1714 si trasferì a Londra dove una notoria fama come violinista grazie alle sue brillanti interpretazioni, svolse un'intensa attività di concertista e d'insegnante e si dedicò alla composizione, pubblicando due raccolte di Sonate per violino, una per violoncello, due per clavicembalo, tre di Concerti Grossi e la sua opera più nota, la musica di scena La Foresta incantata.

 

Orchestra dell'Istituto musicale superiore Boccherini di  Lucca

 

Ispirata da uno dei canti dell'opera letteraria La Gerusalemme Liberata di Torquato Tasso, La Foresta incantata fu pubblicata per la prima volta a Parigi nel 1754 e racconta dell'assedio di Gerusalemme durante la prima crociata richiamando lo scontro tra il conte Goffredo di Buglione e lo stregone Armida. Le sue Sonate per violino e i Concerti Grossi sono considerati ancora oggi un modello di eccellenza della musica strumentale europea e ispirazione per colonne sonore di famosi film.

 

Oltre che essere grande esecutore e compositore Geminiani ha svolto un' importante l'attività didattica e teorica. Il suo trattato "The art of playing on the violin op.9" è consultabile on line al sito internet del Centro studi Luigi Boccherini di Lucca www.luigiboccherini.it

(foto ISSM Boccherini)